Denti e dintorni

Letteralmente la parodontologia si occupa di “tutto ciò che c’è intorno al dente”, ovvero tessuti molli (gengiva e legamento parodontale) e tessuti duri (osso alveolare e cemento radicolare) che di fatto sono i tessuti che sostengono il dente. Sono dunque tutti elementi responsabili della stabilità dei denti e che permettono la masticazione, molto importanti per mantenere i denti in salute.

Malattia parodontale (piorrea)

In generale tutti i soggetti che non mantengono una buona igiene orale possono sviluppare una malattia parodontale, ma vi sono alcuni fattori che possono predisporre alla patologia:

  • Il fumo;
  • La gravidanza, a causa degli sbalzi ormonali;
  • La predisposizione genetica, determinata da un gene responsabile dell’insorgenza della patologia;
  • Lo stress, probabilmente a causa delle basse difese immunitarie durante i periodi di forte tensione.
La terapia

La terapia parodontale segue principalmente tre fasi: l’individuazione, la chirurgia ed il mantenimento.
 Per quanto riguarda l’individuazione, le patologie che possono colpire il parodonto sono principalmente la gengivite, la parodontite ed il sanguinamento.
 Per la cura di queste infezioni, il nostro staff è a tua disposizione per effettuare sedute di igiene, curettaggio (scaling rout planning, ovvero pulizia dei batteri sulla radice del dente), trattamenti chirurgici e non chirurgici e controllo periodico dello stato di denti, gengive e protesi.

Sedute di igiene: l’igiene orale è indispensabile per mantenere la propria bocca in salute, ma spesso l’igiene che eseguiamo a casa non è sufficiente. E’ infatti opportuno eseguire presso il proprio dentista almeno una seduta di igiene orale all’anno.

Presso il nostro studio, ogni seduta di igiene orale dura almeno 1 ora e prevede la pulizia accurata e profonda dell’intero cavo orale.

Curettaggio: il curettaggio (o scaling rout planning) viene eseguito in presenza di tasche parodontali. Queste ultime consistono in spazi che si creano tra dente e gengiva a seguito del cedimento dei tessuti intorno al dente, e permettono il proliferare di batteri. Attraverso il curettaggio il dentista è in grado di sondare la profondità della tasca parodontale ed eliminare i batteri dalla radice del dente.

Dopo l’intervento è bene mantenere lo stato di salute del cavo orale attraverso frequenti controlli dal dentista, in modo tale da evitare le recidive e ridurre la possibilità di perdere i propri denti naturali. Così come l’odontoiatria conservativa infatti, anche la parodontologia si prefigge come obiettivo quello di mantenere e conservare la struttura originaria del dente.