Piccoli e grandi interventi

La chirurgia orale, o chirurgia odontostomatologica, riguarda tutti gli interventi del cavo orale per la cura di quelle patologie non risolvibili con altre metodologie. Essi sono classificabili in interventi di piccola chirurgia orale o interventi più complessi. Tra i primi ricordiamo per esempio le estrazioni di denti non più recuperabili o inclusi. Sono invece interventi più complessi quelli che riguardano impianti, ponti, rimozioni di granulomi o cisti che interessano sia il tessuto osseo che i tessuti molli ecc... .

Piccola chirurgia: denti inclusi

Il caso più frequente di denti inclusi riguarda sicuramente i denti del giudizio. Questi denti sono gli ultimi delle arcate superiore ed inferiore e, proprio per questo motivo, molto spesso non hanno sufficiente spazio per poter fuoriuscire dalla gengiva. Restano quindi inclusi in essa, con conseguenze talvolta molto dolorose: infezioni, carie, parodontite e cisti per citarne alcune. Qualora ci fosse il rischio del presentarsi di una di queste patologie, è necessario rivolgersi ad un chirurgo orale, il quale estrarrà il dente del giudizio eliminando qualsiasi pericolo di infezione. L’intervento di estrazione di un dente è di breve durata ed avviene generalmente in anestesia locale.

Chirurgia complessa: cisti e granulomi

Cisti e granulomi si formano a seguito di gravi infiammazioni, solitamente dovute ad una scarsa igiene orale. Gli interventi di chirurgia orale mirati alla loro eliminazione sono differenti a seconda della cause dell’infiammazione:

  • Apicectomia: rimozione dell’area infetta della radice;
  • Curettaggio: rimozione di tutto il tessuto infetto;
  • Otturazione retrograda: otturazione della restante radice del dente.

Pur trattandosi di chirurgia complessa, anche questi interventi vengono eseguiti in breve tempo.

Chirurgia complessa: gli impianti

Tra gli interventi di chirurgia più complessa vi sono gli impianti, strutture generalmente in titanio che si integrano perfettamente con il tessuto osseo e che hanno la funzione di sostenere le protesi dentarie (mobili o fisse). Per essere posizionati correttamente, gli impianti devono instaurarsi perfettamente sull’osso del paziente: quando ciò non è possibile a causa di scarsità del tessuto osseo, quest’ultimo va ricostruito con materiali sintetici attraverso interventi di chirurgia orale.

Trattandosi di una chirurgia di tipo ambulatoriale, tutti questi tipi di interventi vengono effettuati nella nostra struttura senza alcun rischio per la tua salute: grazie alle nuove tecniche odontoiatriche ed all’utilizzo dell’anestesia locale unita alla sedazione cosciente (tramite protossido di azoto) infatti, puoi affrontare queste operazioni in modo completamente indolore.